Lago

Il 1938 ha dato una svolta decisiva al luogo. Con la costruzione della diga a Podselo, i letti dei fiumi Soča e Idrijca si sono riempiti d’acqua. E così sorto un lago artificiale lungo ben 7 km, che ha trasformato Most na Soči in località lacustre. Gli affascinanti argini del lago invitano i passanti ad ammirare la mostra delle opere create durante la tradizionale colonia artistica.

La cartolina risalente all’inizio del 20. secolo raffigura il mulino di Melan e il letto del fiume Soča
nella zona dell’attuale lago
Sezione del progetto originale della diga;
originale: Pokrajinski arhiv Nova Gorica